Un impegno continuo per Italgas

Un business di successo si basa su una crescita economica responsabile che non può prescindere dalla salvaguardia dell’ambiente e dalla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori.
Il gruppo Italgas ha da sempre considerato la sicurezza e la salute delle persone e la tutela ambientale un obiettivo di primaria e costante importanza e si impegna per il loro miglioramento continuo in tutte le sue attività. Il tema dell’ambiente, della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro è uno degli elementi che più incide sul profilo di rischio di una azienda e della sua reputazione.

Gestire in maniera sostenibile la catena degli approvvigionamenti significa per il gruppo Italgas innanzitutto relazionarsi con i fornitori in modo trasparente e, una volta avviato il rapporto di fornitura, coinvolgerli nel raggiungimento di performance durature nel tempo, in un’ottica di reciproca crescita e di creazione di valore.
Tutti coloro che intendono fornire beni e servizi al gruppo Italgas non devono solo soddisfare i requisiti di qualità, prezzo e affidabilità, ma anche condividere la tensione verso l’innovazione sostenibile dei processi e la ricerca di opportunità per ridurre gli impatti ambientali e sociali nella catena di approvvigionamento.
Le nuove candidature, in particolare quelle per le categorie merceologiche più critiche, sono sottoposte pertanto ad attenta valutazione allo scopo di determinare se siano idonee a sostenere quel legame di fiducia duratura nel tempo che caratterizza il rapporto di partnership con il gruppo Italgas.

Durante la collaborazione con la Società, il fornitore è costantemente monitorato con audit, visite di ispezione e processi di valutazione delle prestazioni, non solo perché non venga mai meno il suo impegno agli accordi presi con il gruppo Italgas, ma anche per andare incontro alle sue richieste di assistenza. Nella valutazione delle prestazioni è tenuto in grande considerazione anche il comportamento di responsabilità sociale e ambientale.

Il gruppo Italgas dedica grande attenzione alla gestione dei rischi relativi alla sfera economica, ambientale e sociale del fornitore. Questo avviene in particolare nella fase di qualifica per le merceologie ritenute più critiche, le cui procedure prevedono requisiti anche molto stringenti, come, ad esempio, il possesso da parte del fornitore di sistemi di gestione certificati. A tutti i fornitori del gruppo Italgas viene inoltre richiesta la conoscenza del Modello 231 e dei principi del Codice Etico, impegnandoli in tal modo al rispetto della normativa in tema di sicurezza sul lavoro e tutela della salute, di salvaguardia ambientale, nonché al rispetto degli standard internazionali in materia di diritto del lavoro.

I sistemi di gestione e le certificazioni

La filosofia che si trova alla base di ogni Sistema di Gestione è la volontà costante di concorrere al miglioramento delle proprie performance in materia di salute, sicurezza, ambiente e qualità.
Con l’adozione dei sistemi di gestione, una azienda decide di:

  • Porsi come obiettivo fondamentale quello di creare un prodotto all’altezza degli standard richiesti dal mercato in termini di efficienza e qualità;
  • Compiere una scelta consapevole di salvaguardia  dell’ambiente, nel rispetto dell’ambiente stesso;
  • Sviluppare un sistema di salute e sicurezza dei lavoratori efficiente basato sul controllo dei rischi legati al lavoro e sul progressivo miglioramento delle misure di prevenzione e protezione, in conformità ai requisiti legislativi vigenti.

Per Sistema di Gestione si intende un “modello organizzativo volontario” che fissa gli obiettivi dell’azienda e che al contempo facilita lo sviluppo e l’implementazione della Politica di Salute e Sicurezza, Ambiente, Qualità e che cura la gestione dei rischi/impatti correlati all’attività dell’azienda stessa.
I sistemi di gestione sono inoltre applicabili a qualsiasi struttura organizzativa e definiscono le attività di pianificazione, i ruoli, le responsabilità ma anche i processi, le procedure, le prassi di riferimento e le risorse necessarie.

Il passo successivo, quasi obbligatorio, per un’azienda che si è dotata di un sistema di gestione è la certificazione dello stesso. In pratica l’azienda cerca un ente indipendente e qualificato che attesti, attraverso un riconoscimento obiettivo, la conformità ai parametri di riferimento.

Le aziende conoscono il valore aggiunto che può dare la certificazione del proprio sistema di gestione e sanno di non potersi permettere incidenti dovuti alla mancanza di controllo: essi avrebbe un impatto negativo sulla reputazione, dal momento che l’opinione pubblica è molto più attenta e informata che in passato e riesce ad esercitare un controllo molto più diretto sull’operato delle imprese.
Le più diffuse norme internazionali sui sistemi di gestione sono quelle della serie ISO (International Standard Organization).

Di seguito si riportano le norme con cui il gruppo Italgas gestisce le proprie attività e le relative certificazioni ottenute:

  • UNI EN ISO 14001 – requisiti per un sistema di gestione ambientale
  • UNI EN ISO 50001 – requisiti per un sistema di gestione dell’energia
  • OHSAS 18001 – requisiti per un sistema di gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro
  • UNI EN ISO 9001 – requisiti per un sistema di gestione della qualità
  • UNI EN ISO 17025 - requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura

 

 

 

 

Contabilizzazione delle emissioni di gas ad effetto serra-GHG

Sezione in allestimento.