avatar

Il Gruppo Italgas e la gestione responsabile della catena di fornitura – Certificazioni ISO

Al fine di mantenere un costante ed elevato livello qualitativo, il Gruppo Italgas adotta un sistema di accertamento di idoneità delle imprese, tramite le certificazioni ISO, che attestano la creazione, l’applicazione ed il mantenimento di un sistema di gestione e di organizzazione del lavoro conforme a specifiche norme di riferimento e che sono riconosciute a livello internazionale.

Le principali attestazioni riguardano la qualità della lavorazione e/o del servizio, il rispetto per l’ambiente e la salute e la sicurezza dei lavoratori. Durante la fase di qualifica e per la partecipazione a gara, il Gruppo richiede al fornitore di essere in possesso ed il mantenimento delle seguenti certificazioni:
- ISO 9001 sui sistemi di gestione di qualità,
- ISO 14001 o EMAS sui sistemi di gestione ambientale,
- OHSAS 18001/ISO 45001 sui sistemi di gestione salute e sicurezza. 

In Italgas, l’obbligatorietà delle sopraindicate certificazioni ISO è un requisito delle classi merceologiche definite “critiche” e non solo e , rispetto al 2019, la quota dei fornitori certificati ha registrato un significativo incremento dovuto sia ad azioni dirette intraprese dal Gruppo, che inseriscono sistematicamente nei bandi e nella fase di qualificazione del fornitore l’indicazione del possesso di certificazioni come requisito premiante per la partecipazione a gara, sia della maggiore sensibilità delle imprese nel considerare le certificazioni come elemento di maggior competitività.

 

Per un’azienda, infatti, certificarsi su queste norme dà numerosi vantaggi, quali:

  • evidenzia e valorizza l’impegno dell’azienda nel miglioramento continuo dei propri standard;
  • consente di partecipare ed avere un maggior punteggio nelle gare;
  • aumenta il valore sul mercato in termini di credibilità e di immagine;
  • coinvolge i dipendenti nel miglioramento dei processi e genera una cultura orientata alla presa di decisioni basata su fatti concreti e misurabili.

Attenzione è anche posta dal Gruppo Italgas agli Enti Certificatori che garantiscono l’acquisizione ed il mantenimento delle ISO dichiarate. I certificati dovranno essere rilasciati da Organismo Accreditato “Accredia” o equivalenti, in caso di Enti Certificatori Esteri.

Nel corso del 2020 il Gruppo Italgas, attraverso l’introduzione dei criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto ed in particolare con l’introduzione del questionario di sostenibilità e lo scoring tecnico nella maggior parte delle gare,  ha avviato una campagna di sensibilizzazione verso i fornitori per l’ottenimento anche delle certificazioni ad oggi non obbligatorie: SA8001 Responsabilità Sociale, ISO 37001 sui sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione, ISO 50001 sui sistemi di gestione dell’energia, ISO 27001 sulla sicurezza delle informazioni.

L’obiettivo del Gruppo è, entro il 2022, aumentare costantemente la percentuale dei fornitori qualificati ed in possesso delle certificazioni ISO e di monitorare con continuità in tutte le fasi di qualifica e di acquisto l’impatto ambiente, sociale e di governance sull’intera catena di fornitura, anche grazie alle certificazioni aggiuntive rispetto a quelle già richieste tra i requisiti minimi di qualifica.

Per maggiori dettagli sui requisiti minimi di qualifica HSEQ, si rimanda alla sezione del Portale Fornitori: “Diventa Fornitore” (link:https://fornitori.italgas.it/tamtamy/page/requisitihseq.action)
Per maggiori dettagli sugli indicatori di sostenibilità, si rimanda alla sezione del Portale Fornitori: “La Sostenibilità nella Supply Chain” (link:https://fornitori.italgas.it/tamtamy/page/indicatorisostenibilita.action)